tuttotares.it

Tutto tares !

Quali sono le caratteristiche di una lampada per fototerapia?

Ci sono diversi modelli di lampada per fototerapia disponibili in commercio. Essi si contraddistinguono tutti per delle caratteristiche diverse, che è importante valutare con cura.

Fonte: lampada-per-fototerapia.com

Caratteristiche di una lampada

La prima cosa da valutare in una lampada per fototerapia sono le dimensioni. Ve ne sono di diverse in commercio, dalle lampade da tavoli fino a quelle ben più grandi. Ovviamente il tutto dipende dalle tue preferenze personali e dallo spazio che vuoi dedicare alla lampada.

Segue poi il livello di intensità della lampada. Per molti utenti, questo è il fattore principale da considerare, poiché da esso dipende anche l’efficacia della terapia. In genere, i modelli di lampada da fototerapia rientrano in un intervallo compreso tra i 2500 e i 10000 lux. Maggiori i lux emessi dalla lampada, maggiore sarà la luce emessa e quindi i suoi benefici sul nostro umore. 

D’altro canto, una volta individuata l’intensità giusta, basteranno dai 15 ai 30 minuti di esposizione ogni giorno per ottenere buoni risultati. Per esempio, con una lampada per fototerapia da 8000 lux, dovrebbero bastare dai 45 ai 60 minuti al giorno per stare già meglio e non soffrire più dei sintomi della depressione stagionale.

Ultimo ma non per importanza è lo spettro della lampada per fototerapia, che può essere completo o ad ampio spettro. Quelle a spettro completo presentano lunghezze d’onda che vanno dall’infrarosso al quasi ultravioletto, e la luce ha quindi una caratteristica colorazione bluastra. Fa però attenzione e usa queste lampade solo espressamente indicato da un professionista, in quanto i raggi UV potrebbero danneggiare la pelle.

Come abbiamo visto, è facile identificare la lampada per fototerapia più adatta a te quando sai quali caratteristiche valutare. Per fortuna, sul mercato ci sono così tanti modelli, che scegliere sarà facile e veloce.

Leggi anche: La moka non fa l’espresso

Sloan

Torna in alto